“Insieme Cultura 2024”, al via la seconda edizione della rassegna

Al via la seconda edizione della rassegna “Insieme Cultura 2024” organizzata dall’Associazione Culturale “Insieme Cultura” con la Direzione Artistica di Giuseppe Origlia: martedì 30 aprile presso il Teatro Comunale di Pergine Valsugana /TN (ore 20.30 con ingresso libro fino ad esaurimento posti), si terrà l’’incontro/presentazione del libro, edito da Baldini & Castoldi, “Senza vizi è una vita di merda – Storie e protagonisti di New York negli anni 70′ 80′ e 90′ del giornalista, critico musicale, regista e autore televisivo Franco Schipani. Durante la serata verrà proiettato un filmato inedito ed esclusivo degli U2 girato dallo stesso Schipani all’hotel Ritz di New York nel 1982. A fine evento sarà predisposto il firma copie dell’autore e il libro potrà essere acquistato sul posto.

La storia di Franco Schipani è una straordinaria storia di successo televisivo, e oggi lui la racconta in questo suo libro: “Senza vizi è una vita di merda” è ambientato a New York tra gli Anni ‘70 e ’90, nel periodo di massimo splendore creativo e lucida follia. È la storia di un ragazzo diventato uomo, capace però sempre di sognare un mondo senza confini, dove la musica e l’arte regnano sovrane: “Questo libro – scrive Franco Schipani nella prefazione che ne fa – l’ho scritto perché non avevo nulla di meglio da fare. Durante la pandemia Covid, alla soglia dei settant’anni, prima di un eventuale attacco di Alzheimer, ho messo giù delle storie, credo divertenti, della mia vita a New York dagli Anni ’70 ai ’90. Il periodo di massima energia e lucida follia creativa della Grande Mela. Ma non sono uno scrittore, questo sia chiaro. Forse un cronista, magari un reporter, sicuramente un cantastorie che non canta. Questo si”.

Franco Schipani è giornalista, critico musicale, regista, autore di programmi televisivi e documentari. In poco tempo si costruisce una reputazione nell’ industria dello Show Business e dei creativi della Grande Mela.  Esordisce in Rai scrivendo e producendo il documentario “Woodstock: dieci anni dopo” nel decimo anniversario del leggendario Festival e diventa co editore di Rolling Stone Edizione Italiana.

Scrive, produce e dirige programmi TV di grande successo, accanto a Giovanni Minoli, Gianni Minà, Renzo Arbore, Raffaella Carrà, Fabio Fazio e tantissimi altri di questo calibro. Promuove il mito di Pino Daniele, suo carissimo amico, fa conoscere il Caruso di Lucio Dalla agli americani e porta in Italia i miti di New Orleans al “DOC” di Renzo Arbore. In America incontra Lou Reed, Michael Jackson, Pink Floyd, Bruce Springsteen, e John Belushi per dirne solo alcuni. Scrive e dirige il documentario “Le donne del Rock’n’Roll”, con Madonna (cantante), Cyndi Lauper, Pat Benatar, Joan Jett, Stevie Nicks, Laurie Anderson.  Collabora con “Domenica In…” (Pippo Baudo), il “Dopo Festival” (Renzo Arbore e Lino Banfi) e “Quelli della Notte” (Renzo Arbore), e nel 1986 è produttore esecutivo USA di “Buonasera Raffaella”, cinque puntate trasmesse dal vivo da New York e presentate da Raffaella Carrà. Al programma partecipano, tra gli altri, George Benson, Ella Fitzgerald, Herry Kissinger, Ronald Regan Jr., Christopher Reeves, Stevie Wonder, James Brown. Ma è sempre Franco Schipani che organizza e produce “DallAmeriCaruso”, special TV al Village Gate di New York con Lucio Dalla, “Jeans”, (Fabio Fazio), “DOC” e “New Orleans Jazz Festival” (Renzo Arbore e Gegè Telesforo), “Ornella e …” con Ornella Vanoni in USA: George Benson, Chick Corea, Herbie Mann, Gil Evans, Lee Konitz, Ron Carter, Woody Herman e moltissimi altri.

La rassegna continuerà anche nei mesi di maggio e giugno e fine settembre in cui sono previsti incontri per la presentazione di libri con la partecipazione di noti autori e uno showcase, mentre per la chiusura a novembre, verrà organizzato un grande evento di gala in cui verrà assegnato il Premio Internazionale “Easy Street” ideato  e diretto dall’Avv. Giuseppe Origlia: una serata in cui l’Associazione incontrerà i rappresentanti delle istituzioni locali, del mondo dell’imprenditoria, della cultura, dell’Associazionismo, con la partecipazione di ospiti del mondo della musica, dello spettacolo, del giornalismo, della cultura, di chiara fama nazionale. Il riconoscimento internazionale verrà dato a persone note e meno note da tutta Italia e non solo, le quali in vari ambiti e settori attraverso le loro attività ed il loro pensiero, hanno dimostrato grande creatività e talento, creando opportunità di crescita culturale, economica, sociale, per le comunità e favorendo il libero pensiero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RSS
Follow by Email
YouTube
YouTube
Instagram